Udine non sbaglia e supera il Pordenone

La ripresa ha visto subito gli ospiti protesi in attacco per ridurre la distanza, ma la mischia udinese ha continuato a risultare insuperabile e intorno ai punti d’incontro era impossibile passare: i placcaggi e le contese del pallone non hanno permesso agli avversari di organizzarsi ed essere efficaci in attacco. La pressione del Pordenone però non è mai mancata e ha messo comunque in affanno la difesa friulana, punita anche con un cartellino giallo per l’ennesimo fuorigioco sulla linea dei trequarti, superiorità sfruttata solo in parte dagli ospiti che riducono lo svantaggio con una meta, non trasformata. Ristabilita la parità numerica gli udinesi hanno deciso che era il momento di prendere in mano il gioco e, contenendo gli avversari nella loro metà campo, li hanno così portati all’errore: fallo inutile davanti agli occhi dell’arbitro e cartellino rosso per la terza linea pordenonese che è finita negli spogliatoi. A pochi minuti dallo scadere del tempo regolamentare Udine è riuscita a segnare la seconda meta, dopo aver pressato gli avversari nei loro 22, giocando al largo per riuscire a trovare il varco e segnare la meta, che non è poi stata trasformata. La partita è terminata 12-5 per gli udinesi che in questo modo si rifanno solo in parte della sconfitta patita all’andata. Questo il commento di coach Furlanich: “Siamo molto soddisfatti del risultato, arrivato proprio dove il Pordenone era più forte. Abbiamo avuto delle difficoltà in settimana a causa di infortuni e influenza, ma il gruppo ha dimostrato grinta e maturità che fanno ben sperare per il proseguo del campionato. Avremmo preferito che i calci di punizione assegnati venissero sfruttati per piazzare e raccogliere punti, ma i ragazzi erano sicuri delle loro possibilità e hanno sempre voluto giocarsela per puntare alla meta. Buono l’esordio di Alessandro, che proviene dallo Juvenilia, società con la quale stiamo collaborando con ottimi risultati.”

Ufficio Stampa
Sara Puntel

265 Responses

Leave a Reply