Raggruppamento a Udine

Molto bene le prove dell’under 8, che si sono dimostrati ancora una volta un gruppo affiatato e agguerrito. Cinque le partite giocate che, tranne per un pareggio, si sono chiuse tutte sul 2 a 1, a dimostrazione dell’equilibrio delle formazioni in campo. Sconfitto dal Pordenone, l’under 8 si rifà vincendo con Leonorso e Pedemontana/Livenza, ma è nella partita con il San Donà che i Tuttineri udinesi giocano la partita più dura, perdendo di misura, ma dimostrando grande carattere e determinazione.
Risultati positivi per l’under 10 che nelle cinque partite giocate ha conquistato due vittorie, due pareggi e una sconfitta ad opera del San Donà, capace di valorizzare al massimo la fisicità di un giocatore che in under 14 non avrebbe sicuramente sfigurato. Il gioco dell’under 10 è stato bello a tratti, un po’ di confusione sullo schieramento e dei ritardi sulla linea difensiva hanno complicato le cose più del dovuto, sicuramente aspetti sui quali bisognerà continuare a insistere. Nelle fasi d’attacco si sono preferite le linee verticali al gioco aperto, ottenendo buoni risultati specialmente quando il sostegno si è inserito.
Prestazione in chiaro-scuro per l’under 12, forse a causa del format usato per il raggruppamento (cinque partite spezzate in due tempi di soli sei minuti): i ragazzi della junior hanno alternato sprazzi di buon gioco a momenti di vero e proprio blackout. Ad esclusione del San Donà, squadra molto compatta e diligente, confermatasi ad un livello molto alto, le altre squadre erano sembrate alla portata dei ragazzi targati Udine Rugby Junior. La scarsa concentrazione e la poca cattiveria agonistica, dimostrata solo a tratti, hanno pesato parecchio sui risultati finali. Da segnalare, in ogni caso, la bella meta segnata contro un ostico Pordenone, a coronamento di un’azione multifase: segno che ci sono miglioramenti sul piano del gioco collettivo, anche se accompagnati da un piccolo passo indietro sull’aggressività.

Ufficio Stampa
Sara Puntel

2 Responses

Leave a Reply